Sverminare il gatto, consigli e regole perché vada a buon fine

Eccoci con una nuova consulenza della Dottoressa Federica Bubini Regini, medico veterinario con studio al Lido di Venezia. Per contattarla potete scrivere una mail a me, all’indirizzo donnola.tizia@virgilio.it e io sarò felice di recapitargliela. La risposta verrà poi pubblicata qui, sul mio blog.

notizie animali, gatto, gatti, sverminazione gattino, sverminare un gatto

Scrive Dorina:

Ho preso da poco un gattino che ha all’incira un mese e mezzo, l’ho fatto visitare dalla veterinaria la quale mi ha dato le compresse per la sverminazione. Io ne ho sbriciolata metà nel suo cibo ma ne ha mangiato solo metà e il restante l’ho dovuto buttare probabilmente aveva avvertito l’odore e non ne ha mangiato più. Ora non so se la sverminazione è andata a buon fine anche perché quando è andato a fare i suoi bisogni non ho visto vermi.
Sono un po’ preoccupata anche perché ho dei bambini in casa e so che se non viene fatta la sverminazione è pericoloso per loro!

Risponde la Dottoressa Federica Bubini Regini:

Buongiorno Dorina,
la sverminazione è una procedura fondamentale nei cuccioli prima delle vaccinazioni e come profilassi annuale è consigliabile almeno una volta l’anno anche negli adulti (la frequenza può variare in base al tipo di vita dell’animale e alla zona).
In genere consta di due somministrazioni di vermifugo a distanza di 20 giorni una dall’altra, seguite poi da un esame delle feci per verificare che il trattamento sia stato sufficiente.
Nel caso in esame la sverminazione è da considerarsi insufficiente e va pertanto ripetuta (non sempre ovunque in seguito al trattamento si notano parassiti nelle feci a occhio nudo).
Per quanto riguarda la convivenza con i bambini, è pur vero che alcune parassitosi sono trasmissibili, tuttavia rispettando le comuni norme igieniche e evitando che i piccoli tocchino la lettiera è improbabile che possano infestarsi.

Un caro saluto dalla vostra Donnola Tizia e alla prossima idea per amici pelosi e non pelosi.

La consulenza a distanza è rivolta a chiarire dubbi e curiosità sulla salute del tuo amico peloso. Data però l’impossibilità di visitarlo direttamente e quindi di emettere diagnosi accurate, il tuo veterinario di fiducia rimane il principale referente a cui affidarti.


Sverminare il gatto, consigli e regole perché vada a buon fineultima modifica: 2013-05-29T11:11:09+02:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento