Pulire la lettiera del gatto, ecco come procedere e ogni quanto farlo

Pulito è bello

C’è lettiera e lettiera, questo è vero: alcune assorbono meglio gli odori e sono più facili da pulire, ma una lettiera che non viene pulita per troppo tempo sicuramente a un certo punto emanerà un odore sgradevole. Oltre alla frequenza della pulizia, ecco qualche altro suggerimento per non essere travolti dall’odore di una lettiera sporca.

notizie animali, pulizia lettiera gatto, pulire lettiera gatto, lettiera del gatto, cambiare la lettiera del gatto, materiale lettiera del gatto, scegliere la lettiera del gatto

Rastrellare e pulire la lettiera. Qualsiasi sia il materiale scelto – oggi in commercio ce ne sono di molti tipi diversi – è importante che questa operazione sia fatta almeno una volta al giorno. Bisogna rimuovere le feci e le parti della lettiera più sporche, cosa più facile da fare se la lettiera è agglomerante perché formerà appunto degli agglomerati duri facili da togliere con una paletta.

Cambiare spesso la lettiera. Per quanto i nuovi materiali assicurano grandi capacità di assorbimento degli odori, anche il gatto apprezzerà una lettiera pulita invece di una troppo usata: essere pulito qual è, il gatto potrebbe iniziare a fare pipì in giro per casa proprio perché non vuole saperne di usare la lettiera sporca. La frequenza è da valutare caso per caso, e da aumentare se la lettiera viene usata da due gatti (anche se sarebbe meglio che ognuno avesse la sua).

Pulire la cassetta. Non basta cambiare la lettiera: ogni volta che si fa questa operazione è bene pulire la cassetta anche solo con acqua calda e sapone e raschiare bene il fondo. La cassetta andrà poi risciacquata molto bene perché il gatto potrebbe non gradire l’odore residuo di sapone. La cassetta andrà anche sostituita dopo qualche tempo, perché l’urina alla lunga danneggia anche il materiale più resistente.

Utilizzare uno spray antiodore. In commercio ne esistono di più varietà ma è bene valutare se il gatto gradisce l’odore di questi spray: in ogni caso, l’uso dello spray non consente di disinteressarsi della lettiera, per cui la pulizia quotidiana e la sostituzione periodica non possono essere evitati a lungo.

Un caro saluto dalla vostra Donnola Tizia e alla prossima idea per amici pelosi e non pelosi.

 

Pulire la lettiera del gatto, ecco come procedere e ogni quanto farloultima modifica: 2013-04-02T17:55:16+02:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento