Abituare un cucciolo di cane a non sporcare in casa, ecco come procedere

A piccoli passi

Eccoci con una nuova consulenza della Dottoressa Federica Bubini Regini, medico veterinario con studio al Lido di Venezia. Per contattarla potete scrivere una mail a me, all’indirizzo donnola.tizia@virgilio.it e io sarò felice di recapitargliela. La risposta verrà poi pubblicata qui, sul mio blog.

notizie animali, cane, cani, cucciolo di cane, abituare un cucciolo a fare i bisogno fuori casa, bisogni dei cuccioli, pipì dei cuccioli, educazione del cane

Scrive Nadia:

Ciao,
io ho una cucciola di cane di 8 mesi che non capisce ancora quando e dove deve fare i suoi bisogni, me li fa sempre sul divano, sui tappeti e addirittura sul letto: come è possibile che fa tutto questo? Addirittura all’inizio giocava con la corda e con le bottiglie, adesso qualsiasi cosa che vede trema e ha paura.
Come posso fare?

Risponde la Dottoressa Federica Bubini Regini:

Buongiorno Nadia,
purtroppo, non conoscendo direttamente la cucciola e la sua storia posso solo dare qualche consiglio generale che spero sarà utile.
Come abituare un cucciolo di cane a non sporcare in casa? Innanzittutto armandosi di pazienza e tempo.
Sono soggetti giovani ancora inconsapevoli del fatto che non tutti i posti sono adatti. Ricordiamoci che siamo noi proprietari che li vogliamo “costringere” a vivere secondo le nostre regole (in casa, con orari fissi, con norme igieniche adatte piu a noi che a loro) e che quindi queste regole dobbiamo insegnarle in quanto non proprie della loro specie.
Facciamo in modo che il cane abbia la possibilità di uscire almeno quattro o cinque volte al giorno, possibilmente dopo i pasti quando maggiori sono gli stimoli di fare i bisogni e premiamo con snack e carezze ogni qualvolta le deiezioni avvengono all’esterno.
Capiterà tuttavia che soprattutto di notte o dopo molte ore a casa comunque facciano pipì o feci in appartamento: a quel punto ignoriamo la cosa – mai punire o intervenire con castighi, urla, e altri metodi punitivi – spostiamo con un pretesto il cane in altro luogo e puliamo con prodotti neutri senza farci vedere, in modo da non attirare l’attenzione del cane su ciò che stiamo facendo (potrebbe addirittura scambiarlo per un bellissimo gioco).
I tappettini igienici che spesso si utilizzano vanno impiegati solo nell’ottica di “salvare il pavimento” ma non per costringere il cane a farci i bisogni sopra perché in questo modo non può distinguere tra bisogni fatti a casa e bisogni fatti fuori.
Ricapitolando: ricordiamoci che non possiamo pretendere che il nostro cucciolo possa imparare le nostre regole in pochi giorni, che deve uscire spesso perchè a questa età hanno spesso lo stimolo e che per apprendere ha bisogno di rinforzi posistivi e non di castighi che genererebbero stati di ansia con conseguenze opposte al nostro scopo!

Un caro saluto dalla vostra Donnola Tizia e alla prossima idea per amici pelosi e non pelosi.

La consulenza a distanza è rivolta a chiarire dubbi e curiosità sulla salute del tuo amico peloso. Data però l’impossibilità di visitarlo direttamente e quindi di emettere diagnosi accurate, il tuo veterinario di fiducia rimane il principale referente a cui affidarti.


Abituare un cucciolo di cane a non sporcare in casa, ecco come procedereultima modifica: 2013-03-12T11:43:54+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento