Il pesce è un alimento adatto al gatto?

Pazzo per il pesce?

Nel nostro immaginario relativo ai gatti ci sono due cose per cui certamente vanno pazzi: il latte e il pesce. Quante volte abbiamo visto disegnato un gatto con in bocca una lisca di pesce o intento a guardare un acquario leccandosi i baffi?

pesce_adatto_gatto.jpg

In realtà, così come il latte non è un alimento necessario per un micio, non lo è neanche il pesce: in natura, probabilmente, i gatti si ridurrebbero ad alimentarsene solo in caso di stretta necessità, ed essendo carnivori sceglierebbero sempre per prima la carne. In sostanza, i gatti non sono predatori naturali di ciò che vive nell’acqua. In più, non tutto il pesce va bene per il gatto. Perciò, come sempre, vale il buon senso, e il pesce va considerato un alimento nutriente all’interno di una dieta bilanciata, sempre che il gatto lo gradisca. Al di là delle preparazioni specifiche per animali, studiate per loro e quindi bilanciate, quello che è da evitare è per esempio di aprire la classica scatoletta di tonno o di salmone e darla al gatto, o quanto meno non ne va fatta un’abitudine ma solo una risorsa di emergenza: non è tanto la carne in sé che non va, ma la concentrazione di sale che tanto piace a Micio ma che, alla lunga, è deleteria. L’ideale sarebbe invece riuscire a servire, ogni tanto, del pesce fresco, cotto, ben ridalle pericolose lische e la testa. Se al gatto invece non dovesse piacere, può tranquillamente farne a meno e non c’è ragione di insistere.

Un caro saluto dalla vostra Donnola Tizia e alla prossima idea per amici pelosi e non pelosi.

 

Il pesce è un alimento adatto al gatto?ultima modifica: 2011-06-07T14:30:00+02:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento