Displasia delle anche del cane e vita all’esterno

Fuori o dentro?

Eccoci con una nuova consulenza della Dottoressa Federica Bubini Regini, medico veterinario con studio al Lido di Venezia. Per contattarla potete scrivere una mail a me, all’indirizzo donnola.tizia@virgilio.it e io sarò felice di recapitargliela. La risposta verrà poi pubblicata qui, sul mio blog.

rottweiler.jpg

Scrive Antonella:

Come posso abituare la mia piccola rottweiler Geggia di 9 mesi a stare in giardino e non piu’ dentro casa? A causa della sua grave displasia ad entrambe le anche il pavimento non fa che aggravare la situazione e soprattutto dopo l’intervento di tettoplastica che andrà a fare, continuando a tenerla in casa potrei diminuire le percentuali di guarigione.

Risponde la Dottoressa Bubini Regini:

Buongiorno Antonella,
meglio che Geggia stia in giardino solo brevi periodi e non tutto il giorno perché il freddo e l’umido non le fanno bene per la displasia: dunque meglio dotare la casa di cuccia confortevole morbida e isolata dal pavimento, soprattutto dopo l’intervento. In ogni caso, per abituarli a stare fuori bisogna procedere per gradi con piccoli periodi iniziali e via via aumentare i tempi. Il giardino dovrà essere dotato di una casetta confortevole e giochi che rendano il soggiorno all’esterno piacevole e non una punizione.

Un caro saluto dalla vostra Donnola Tizia e alla prossima idea per amici pelosi e non pelosi.

La consulenza a distanza è rivolta a chiarire dubbi e curiosità sulla salute del tuo amico peloso. Data però l’impossibilità di visitarlo direttamente e quindi di emettere diagnosi accurate, il tuo veterinario di fiducia rimane il principale referente a cui affidarti.

 

Displasia delle anche del cane e vita all’esternoultima modifica: 2011-01-23T09:10:30+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento