Cosa fare quando un cucciolo di cane guaisce durante la notte

Notti agitate

Un cucciolo di cane è entrato nella tua vita ed è una gioia per tutti, tranne che di notte: il piccolo, infatti, piange, guaisce tanto da sembrare inconsolabile, gettando la sua famiglia umana nello sconforto. Cosa fare? Piangere è un istinto insopprimibile per il cucciolo, un campanello di allarme che serviva al cane per chiamare a sé la mamma e chiedere aiuto, per sopravvivere e non diventare preda di qualche altro animale a caccia.

cucciolo.jpg

Perciò, se hai deciso di far dormire il cucciolo da solo è più che normale che lui inizi a chiamare per non essere lasciato solo. A questo punto puoi tentare due diverse soluzioni, cercando di essere coerente con la scelta fatta. E quindi, puoi decidere di mettere la sua cuccia nel luogo in cui è destinata a rimanere e far dormire lì il cucciolo fin dalla prima notte, decidendo di ignorare i suoi guaiti finché il piccolo non si sarà abituato. Puoi lasciargli qualche oggetto che gli faccia compagnia, una luce accesa e naturalmente il necessario per sfamarsi e fare i suoi bisogni. In genere, nel giro di qualche giorno la situazione si assesta e la routine del riposo notturno viene conquistata in via definitiva. La seconda opzione è più “dolce” e consiste nel cominciare portando la cuccia in camera da letto: è probabile che basti questo per rassicurare il piccolo peloso e garantire a tutti una notte tranquilla e riposante. Piano piano, con il passare dei giorni, potrai cominciare a spostare la sua cuccia per portarla nella stanza che hai scelto come luogo definitivo per il suo riposo. In questo caso è importante non cedere alla tentazione di far salire il cucciolo sul letto e limitarsi, nel caso ce ne fosse bisogno, ad alzarsi per rassicurarlo con qualche carezza per fargli capire che tutto va bene.

Un caro saluto dalla vostra Donnola Tizia e alla prossima idea per amici pelosi e non pelosi.

Lascia un Commento